E banner esposizione Padre Maestro Lucera padre Maestro
Cultura Dai dadi ai craps storia di un giorno antico       Pubblicata il
NEWS


Dai dadi ai craps storia di un giorno antico

Dai dadi ai craps storia di un giorno antico


Dai dadi ai craps storia di un giorno antico

Perfetti, colorati, quadrati, cubici: i dadi.
Forse il più antico gioco d'azzardo quello con i dadi, craps, ha appassionato migliaia di persone nel corso della storia. I dadi però sono indubbiamente particolari, per taluni persino dotati di magico mistero, la loro storia è antica, remota, legata a doppio filo con l'evoluzione dell'uomo, arrivano ai nostri giorni direttamente dall'antico Egitto.
Secondo alcune fonti storiche di rilievo il il gioco dei dadi veniva chiamato Hazard ed è stato codificato per prima da  Bernard de Mandeville. 
Hazard è un gioco dei primi dell'800  creato negli Stati Uniti d'America e precisamente a New Orleans,un insieme di regole particolari che in breve tempo catturano i giocatori americani e subito dopo quelli europei. Hazard però sembra molto complicato e difficile da pronunciare e da giocare ed a poco a poco il gioco cambia, diventa più semplice  e nascono i Craps.
Un esempio di quello che è il gioco lo si può trovare su crapsgeeks.it  certo nel virtuale è tutto diverso rispetto al mondo reale dove Hazard comunque è ancora ricordato sebbene non più giocato.
 
Il gioco di dadi più diffuso al mondo è craps, un gioco non troppo difficile amato dagli americani, giocato ovunque  nei bar e nelle piazze molto meno nei casinò. Un gioco a soldi sempre più amato dove le scommesse sono importanti. Con il gioco a dadi però sorge un problema matematico di limite infatti giocare porta a combinazioni ripetitive è questo infatti è stato per anni uno dei motivi per cui craps ed i dadi si siano fermati sino ad andare in soffitta.
E' noto che ultimamente i dadi hanno assunto altri significati, forse più mistici, indubbiamente meno da gioco d'azzardo, persino bene augurali ma trovare chi li usa per scommettere è diventato particolarmente difficile, in rete invece craps svetta tra i giochi più gettonati.
E' curioso ma tanti sono coloro che  giudicano in modo negativo i giocatori di dadi, altri invece li osservano in modo curioso, il gioco a dadi infatti ha attraversato la storia senza mai mutare. Pochissime sono le norme e le regole che si sono adeguate ai giorni nostri nei fatti si tratta di qualcosa di semplice. Si scommette, si lanciano i dadi e si calcola il risultato. Poco da pensare, nulla da stabilire. Regole chiare.
Un gioco d'azzardo ante litteram, un gioco che talvolta non prevede nemmeno vincite economiche,  è l'atmosfera mistica e magica e se in America ed in Europa i dadi nell'azzardo sono i craps in Asia invece è Tokio il gioco più amato.
Tokio o Bluff a 21 è un gioco basato sul bluff appunto e sullo scoprire le scommesse altrui.
Anche da noi si gioca spesso a dadi ma il gioco e dunque l'uscita numerica viene utilizzata per dare inizio ad un gioco di società ad esempio Monopoli od il gioco dell'Oca.

Torna indietro
Stampa
powered by: mediaweb graphic