E banner esposizione Padre Maestro Lucera padre Maestro
Motori       Pubblicata il
VIDEO


Il futuro di Mercedes è scritto e corre su quattro strade


Descrizione

Il futuro di Mercedes è scritto e corre su quattro strade

Come di consueto ogni fine anno si stilano i bilanci e si guarda al futuro, anche Mercedes non si è sottratta all'incontro di fine anno con la stampa.
All'evento svolto nella nuova sede romana c'erano tutti a cominciare dal neo Presidente di Mercedes-Benz Italia, Marcel Guerry.
Guerry annuncia le intenzioni di Mercedes "Vogliamo contribuire a sviluppare un ecosistema di mobilità realmente sostenibile, dove convivano emissioni zero, ibrido plug in e diesel innovativi". Il presidente spiega anche il perché si continua a puntare su Roma "Abbiamo deciso di continuare ad investire sulla Capitale per offrire il nostro contributo allo sviluppo di un ecosistema di mobilità realmente sostenibile dove possano coesistere l’auto di proprietà, quella condivisa, le emissioni zero, l’ibrido, le motorizzazioni diesel più evolute, il trasporto pubblico e servizi come quelli che stiamo lanciando con Smart. Servizi innovativi con i quali la mobilità possa essere davvero più semplice. Smart elettrica rappresenta sicuramente il prodotto giusto per avviare questo processo e creare le condizioni per raggiungere il nostro obiettivo. E cioè realizzare Smart City grazie alla collaborazione con le amministrazioni locali".
Dopo il presidente è stata la volta di Eugenio Blasetti, responsabile comunicazione Mercedes Italia, il quale è stato l'animatore dell'incontro.
Blasetti ha presentato le 4 strade del futuro che intraprenderà la casa tedesca, grazie anche ai risultati raggiunti e che hanno premiato il gruppo con oltre 85 mila unità vendute in Italia da gennaio a novembre, oltre mille solo del brand sportivo AMG, positivo risultato anche nel segmento dei van (9.300 clienti italiani) e dei truck (oltre 3.500).
Insomma numeri che hanno dato ragione alle scelte fatte dalla casa di Stoccarda e che hanno portato a intraprendere una nuova strategia di vendita quella denominata "4 roud".
La prima strada è quella delle emissioni zero, con l'introduzione dei veicoli ad alimentazione elettrica. Mercedes metterà a listino da settembre 2019 solo Smart elettriche in attesa del 2022 quando verranno lanciati più di dieci veicoli elettrici.
Ma elettrificazione per Mercedes vuol dire anche il sottobrand EQ nel quale il gruppo ha investito circa 10 miliardi di euro e l'introduzione di un'alimentazione alternativa pulita anche nel campo dei veicoli industriali.
La seconda strada è dedicata a chi si sposta quotidianamente percorrendo centinaia di chilometri; a questi sono dedicati i modelli ibridi plug-in. Si tratta di un tipo di alimentazione al momento introdotta su Classe C ma anche sulla gamma GL nelle versioni E e C (anche coupé) e sulla S (la trazione ibrida della S 560 combina i 367 cv del motore a benzina V6 ai 90 kW di potenza elettrica). Ma ibrido per Mercedes non vuol dire solo alimentazione benzina-elettrico, infatti, il percorso verso la mobilità sostenibile della casa tedesca punta a fornire un contributo sostanziale per ridurre ulteriormente i consumi a livello di flotta e per questo c'è il nuovo motore diesel quattro cilindri OM 654 capostipite di una famiglia di propulsori Mercedes-Benz destinata a fissare nuovi standard di riferimento.
Il gruppo ci crede ed ha investito 3 miliardi di euro nello sviluppo del diesel, infatti, ha intenzione di lanciare una propulsione ibrido che preveda l'abbinamento di un motore elettrico al motore a gasolio più efficiente per migliorare le prestazioni e ridurre i consumi nel momento in cui l'alimentazione elettrica si esaurisce, durante la marcia.
La quarta ed ultima strada per la mobilità del futuro prevede i servizi integrati ovvero le mobility solution intelligenti. La strada di Mercedes è tracciata da due servizi che hanno conquistato il parere favorevole, negli ultimi anni, di centinaia di migliaia di clienti, il MyTaxi, a breve sarà disponibile un'app per la condivisione dei passaggi a bordo dell'auto bianca, e del Car2go, car sharing per i centri urbani con le Smart.
Insomma, la mobilità del futuro per Mercedes è sicuramente pulita e sostenibile.
(Antonio Bruno)

intervista a Eugenio Blasetti, responsabile comunicazione Mercedes Italia

Torna indietro
Stampa
powered by: mediaweb graphic