E banner esposizione Padre Maestro Lucera padre Maestro
Freelance       Pubblicata il
VIDEO


Amici dell'Arte di Lucera: ancora successi con 'Mast-don Tubbije'


Descrizione

Amici dell'Arte di Lucera: ancora successi con 'Mast-don Tubbije'

Ha avuto un grande successo la commedia “MAST-DON TUBBIJE” di Germano Benincaso, una divertente commedia incentrata sulla vincita al Superenalotto e che pare abbia portato fortuna a Lucera, che proprio in questi giorni ha visto il centro federiciano baciato dalla dea bendata, perché è stato venduto un biglietto da 50000 euro alla Lotteria Italia.
Il Gruppo Amici dell’Arte di Lucera, dopo il grande successo riscosso lo scorso anno con Ze Necole, la prima commedia scritta da Germano Benincaso, è tornato sul palcoscenico del Teatro dell’Opera con un altro divertentissimo lavoro dell’autore e regista lucerino: “MAST-DON TUBBIJE”, una delle opere più conosciute ed apprezzate portate in scena dal gruppo nel corso dei 49 anni di attività.
La commedia, infatti, è stata rappresentata – oltre che a Lucera - in tantissimi teatri e piazze, riscuotendo ovunque consensi ed applausi da parte del pubblico, risultando incisiva e coinvolgente, oltre che ricca di numerosi colpi di scena.
Con questo lavoro gli “Amici dell’Arte” hanno ottenuto prestigiosi riconoscimenti in ambito nazionale: premio miglior attore caratterista ad Arturo Monaco al Festival Nazionale “Antonio De Curtis”, svoltosi al Teatro delle Muse di Roma, premio miglior regia a Germano Benincaso e miglior scenografia a Giuseppe Grasso conseguiti al Festival Nazionale del Teatro Marrucino di Chieti.
Al centro della divertente vicenda una coppia di personaggi: Mast Tubbije, falegname dedito al gioco del superenalotto, e Luccetille, stralunato garzone di bottega, diventato – nel tempo – una vera e propria “maschera” del teatro popolare.
I due protagonisti, impersonati da Lello Spagnuolo ed Arturo Monaco, si trovano alle prese con situazioni ai limiti del paradosso e sono circondati da personaggi estroversi che danno vita a divertentissime gag, suscitando l’entusiasmo e gli applausi del pubblico come reazione alle battute più esilaranti della rappresentazione.
La regia è stata curata da Germano Benincaso, le due scene che fanno da sfondo alla rappresentazione sono opera di Giuseppe Grasso, vincitore di decine di premi ai vari Festival e concorsi nazionali.

Torna indietro
Stampa
powered by: mediaweb graphic