banner esposizione Padre Maestro Lucera padre Maestro
News       Pubblicata il
NEWS


A TRANI 'KIND HEARTED PEOPLE'


A TRANI  'KIND HEARTED PEOPLE'

A TRANI “KIND HEARTED PEOPLE”
Prosegue l’esposizione artistica di Gianni Pitta nel Polo Museale Trani - Fondazione S.E.C.A.
L’artista “di cuori”, in mostra fino al prossimo 16 luglio.

Espressioni del cuore, i sentimenti, gli stati d’animo nel Polo Museale di Trani – Fondazione S.E.C.A., in piazza Duomo 8/9, con “Kind hearted people” dell’artista, architetto pugliese, Gianni Pitta in mostra fino al prossimo 16 luglio.
Dopo l’inaugurazione dello scorso sabato che ha suscitato curiosità ed entusiasmo tra i presenti, le opere, dall’inconfondibile stile pop, esplosione di colori e figure, divertenti all’apparenza, sono invece un forte punto di partenza per la riflessione sullo spazio condiviso e da tutti abitato: il mondo, nella sua dimensione concreta ed in quella ineffabile ma allo stesso tempo tangibile delle relazioni umane.
È la comunicazione uno dei temi cardini dei lavori di Pitta che, dopo aver esposto in tutto il mondo, giunge a Trani con una collezione creata e pensata appositamente per lo spazio museale e per lanciare nuovi messaggi, mettendo sulla tavolozza virtuale, tutti i colori utili a raccontare e raccontarsi.
Dalla pittura alle installazioni, passando per il design industriale, i lavori di Gianni Pitta prendono sostanza in un colore denso e materico che strizza l’occhio all’action painting e alla street art americana coinvolgendo l’osservatore in un dialogo intimo sulla topografia dell’anima. Una narrazione onirica fondata sulla pura immaginazione in cui trova spazio “l’uomo nero”, universale simbolo delle paure ma qui anche un essere molto solo in cerca di dialogo.
Buio, solitudine e necessità di un ritorno al dialogo senza timore né paure sono i temi cardine di questa esposizione le cui opere, realizzate su vetro e foam.
La mostra è fruibile nell’area espositiva del Museo della storia della scrittura meccanica, scelta della Fondazione S.E.C.A., finalizzata a far comprendere quanto la prestigiosa collezione di macchine per scrivere presente al primo piano di palazzo Lodispoto, si possa sposare con ogni altra espressione artistica, tra cui i lavori di Pitta, anch’essi degni di nota.
È proprio per questo motivo che l’artista lucerano ha omaggiato la Fondazione con un’opera personalizzata dalla presenza di una Lexicon 80, macchina per scrivere, tassello della grande storia Olivetti.
Un caleidoscopio di arte e tecnica, il connubio tra ciò che sembra essere il passato ma che, si fa fortemente presente.
Il museo si conferma spazio dinamico e vitale, luogo di incontro di persone e di più espressioni.
Orario: (Tutti i giorni escluso il lunedì dalle ore 9.30 alle 19, ultimo ingresso ore 18).

L’Ufficio stampa Fondazione S.E.C.A.
Mariagrazia Marchese

Torna indietro
Stampa
powered by: mediaweb graphic