banner esposizione Padre Maestro Lucera padre Maestro
News       Pubblicata il
NEWS


Il progetto 'Teatro dell'anima' chiude con lo spettacolo teatrale 'Sono una Favola'


Il progetto 'Teatro dell'anima' chiude con lo spettacolo teatrale 'Sono una Favola'

SPETTACOLO TEATRALE “sono una Favola”

Dopo il successo dello spettacolo “Alla mia tavola” dello scorso anno, si conclude sabato 14 luglio 2018 alle ore 21.00 a Lesina – zona lungolago - il progetto 'Teatro dell’Anima' curato dal Centro Polivalente per Diversamente Abili "L'Ancora" di Lesina. Il progetto ha coinvolto alcune persone disabili del suindicato centro e quelli de "La Ninfea" di Apricena, entrambi i Centri gestiti dalla Coop. Soc. AGAPE di San Severo aderente ad ARANEA Consorzio di Cooperative Sociali di Foggia. Hanno partecipato al laboratorio inoltre educatori e operatori volontari dell'Associazione Mentelocale. Il progetto di teatro e disabilità, diretto dai registi Enzo Toma e Francesco Gravino della compagnia Foyer ’97 teatro, ha avuto come primo obiettivo la ricerca e l'acquisizione di una più forte consapevolezza del proprio corpo, allo scopo di risvegliare la creatività delle persone disabili come atto propositivo in un percorso di trasformazione. Quest’anno lo spettacolo, dal titolo “Sono una Favola”, si ispira al mondo delle favole in quanto gioco metaforico che contiene e svela tutto ciò che non può essere detto altrimenti. Le favole appunto, contribuiscono a far emergere la parte più profonda, vera ed autentica dell’uomo anziché quella meramente logica. Si tratta perciò, di una vera e propria “messa in vita”, forte e densa di immagini, una poesia che grida, che si fa dolore e “racconto”. Lo spettacolo Sono una Favola si compone di emozioni quelle stesse che sono indispensabili per affrontare la vita, per sopravvivere alle gioie e ai dolori che essa ci riserva. E’ un po’ come mettere una lente davanti al cuore per farlo vedere a chi lo sa leggere. Forse non riusciremo a vedere tutto ma sicuramente lo percepiremo in questa performance attraverso l’entusiasmo di questi attori diversamente abili.

Torna indietro
Stampa
powered by: mediaweb graphic