banner esposizione Padre Maestro Lucera padre Maestro
Eventi       Pubblicata il
VIDEO


'Calici stellari' a Borgo Turrito


Descrizione

'Calici stellari' a Borgo Turrito

Tutti con il naso all’insù per ammirare gli astri a Borgo Turrito per Calici Stellari, evento che ha unito lo spettacolo dell’eclissi di luna, alla bellezza incontaminata dei vigneti della Cantina, alle dolci note dei suoi vini e alle pietanze di cinque ristoratori, che hanno preparato le specialità più rappresentative del nostro territorio: Al Celone, Piccola Osteria Km Zero, al Soppalco, Gelateria Gabrielino e Peppe Zullo, il cuoco-contadino conosciuto e apprezzato in tutto il mondo.
È stata l’eclissi di luna più lunga degli ultimi 100 anni, quella che si è potuta ammirare con l’ausilio di telescopi professionali e di guide di Astronomitaly. Un evento culturale a tutto tondo, con un percorso alla scoperta delle migliori eccellenze enogastronomiche della Daunia. La serata è stata accompagnata dalle note del quartetto jazz AlmaNueva: Sarah Sportaioulo vocalist, Antonio Piacentino alla tromba, Leo Marcantonio alla batteria e Marco Contardi al piano.
“E’ un evento culturale che mette insieme tante professionalità diverse, con l’obiettivo di promuovere la conoscenza di un fenomeno spettacolare come l’eclissi di luna e la valorizzazione di quello che, a tutti gli effetti, possiamo definire come un teatro naturale: il cielo e la terra di una borgata storica, posta nel cuore della Daunia e a vocazione agroalimentare, culturale e turistica, al centro del Parco Regionale del Bosco Incoronata, in mezzo a ettari ed ettari di terreno “pettinati” da vigneti, uliveti, campi di grano e frutteti che producono vini, olio e altre eccellenze di straordinario valore”, ha spiegato Luca Scapola, titolare di Borgo Turrito. “Calici Stellari”, inoltre, mette insieme alcune delle realtà agroalimentari e della ristorazione che, da anni e con risultati di grande rilievo, danno lustro alla Capitanata, facendone apprezzare gusti, sapori, salubrità.
Borgo Incoronata, lontana dalle migliaia e migliaia fonti di ‘inquinamento luminoso’ del capoluogo, ha presentato le condizioni ideali per osservare al meglio il fenomeno celeste. Le guide di Astronomitaly hanno ricostruito la mappa della volta celeste, illustrandone bellezza e segreti e raccontandone i miti, legati al mondo greco-romano.
“È un’iniziativa di cui siamo orgogliosi. L’abbiamo messa a punto lavorando sulla collaborazione, l’integrazione di intelligenze e competenze, la voglia di mostrare ancora una volta quanto questa terra sappia produrre professionalità, capacità di lavorare ‘di squadra’ esprimendo innovazione”, ha concluso Luca Scapola.
Inoltre la serata ha visto il lancio dell’ultimo nato a Borgo Turrito, il Terra Cretosa da Nero di Troia, ottenuto da uve raccolte nella prima decade di ottobre e affinato sei mesi in tonneaux da 500 litri. Un vino che si va ad aggiungere agli altri molto apprezzati e che hanno ottenuto riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale, come gli ultimi a Radici del Sud, dove il Terra Cretosa da Aleatico è stato tributato come miglior rosato del Sud Italia da una giuria formata da Wine Writers, formata da giornalisti esperti del settore vitivinicolo.

Torna indietro
Stampa
powered by: mediaweb graphic