Spazio disponibile banner disponibile banner disponibile banner disponibile




Politica       Pubblicata il
NEWS


Ciarambino interviene sul ripristino distaccamento a Rodi Garganico del Tribunale di Foggia




Ciarambino interviene sul ripristino distaccamento a Rodi Garganico del Tribunale di Foggia Ciarambino interviene sul ripristino distaccamento a Rodi Garganico del Tribunale di Foggia Ciarambino interviene sul ripristino distaccamento a Rodi Garganico del Tribunale di Foggia

Ciarambino interviene sul ripristino distaccamento a Rodi Garganico del Tribunale di Foggia

L'Avvocato Ciarambino replica in merito alle legittime istanze degli avvocati garganici, in ordine alla necessità di ripristinare la sede distaccata del Tribunale di Foggia presso Rodi Garganico

L’avv. Mario Antonio Ciarambino, responsabile regionale del dipartimento Giustizia di Forza Italia Puglia e candidato al collegio plurinominale Senato Puglia – P01, in merito alle legittime istanze degli avvocati garganici, in ordine alla necessità di ripristinare la sede distaccata del Tribunale di Foggia presso Rodi Garganico, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:
“Conosco da tempo il collega Giovanni Maggiano, presidente dell’Associazione Avvocati Garganici, così come conosco uno ad uno gli associati e i colleghi che esercitano la professione nei paesi del Promontorio. Riconosco a tutti i colleghi e a Gianni per primo, l’impegno indefesso per la salvaguardia territoriale del presidio di giustizia della sede di Rodi Garganico, quale Sezione distaccata del Tribunale di Foggia.
Come è noto, ho ricoperto l’incarico di Presidente del Consiglio dell’Ordine presso il Tribunale di Foggia nel quadriennio 2011/2015, e, in tale qualità ho dovuto affrontare l’iniqua riforma della Geografia Giudiziaria che prevedeva la soppressione di molti tribunali e di tutte le sezioni distaccate.
Abbiamo combattuto insieme per cercare di evitare l’inevitabile e, ad oggi, posso dire che tale riforma, concepita solo per fini meramente economici (spendig review), è stata un fallimento.
La perdita del presidio territoriale ha costituito un vulnus non facilmente risarcibile in termini riduttivamente economici, atteso che non vi è stato, col senno di poi, alcun risparmio di spesa per l’amministrazione della giustizia, ma, anzi, un aggravio di costi per l’allocazione delle sopravvenienze presso la sede centrale e una spendita di denaro per i colleghi, le parti e i testimoni che, ogni giorno, devono affrontare distanze chilometriche per esercitare la loro funzione o attendere di essere giudicati da una giusta Giustizia.
Tutti i colleghi garganici mi sono testimoni che questo mio impegno non interviene all’indomani della mia candidatura al Senato per Forza Italia ma è frutto di uno sforzo che da anni ho profuso nell’interesse della categoria e di tutti gli operatori di giustizia e di coloro che dalla Giustizia, anelano giustizia.
Il centrodestra e, in particolare i rappresentanti parlamentari di Forza Italia, hanno in diverse occasioni, impegnato il Governo, delegandolo per la riorganizzazione della distribuzione territoriale degli uffici giudiziari e ciò che imbarazza di più è verificare che proprio il centrosinistra, in particolare il PD, con il suo capogruppo in Commissione Giustizia della Camera dei deputati, Onorevole Alfredo Bazoli, non più tardi di due mesi fa, abbia ritenuto inutile la proposta di riforma, atteso che “ .. anche grazie alla possibilità di svolgere udienze da remoto, vi sia margine per accorpare ancora di più le sedi giudiziarie”, sottolineando che “se l’obiettivo della proposta di legge in esame è quello di ridurre il numero delle corti di appello e dei tribunali, il Gruppo del Partito Democratico non può che essere favorevole”.
Le suddette affermazioni, rese da un collega, quale è l’Onorevole Alfredo Bazoli, appaiono gravi nel contenuto e non tengono conto di realtà territoriali disomogenee per tasso di criminalità; distanza dalla sede centrale e carico di lavoro, tra cui rientra, a pieno titolo il territorio garganico, dove per la percezione di giustizia si allontana in misura direttamente proporzionale alla distanza che lega quel territorio al Tribunale di Foggia.
Il mio impegno sarà quello di portare le istanze dei colleghi garganici presso le sedi competenti, di modo che si ripristini una giusta logica che tenga conto di tali esigenze e che porti alla creazione di un Tribunale del Gargano, usufruibile da tutti gli operatori di giustizia di quel meraviglioso territorio.
Invito il collega Gianni Maggiano e tutti gli aderenti alla “Associazione Avvocati Garganici” a diffidare dalle facili promesse da parte di chi sul Gargano è abituato solo a pascoli abusivi elettorali e a guardare verso Forza Italia e i suoi rappresentanti territoriali per cercare, insieme, la risoluzione ai problemi denunciati. Solo con il voto si può cambiare questo sistema. Io per Voi ci sono e ci sarò sempre”.

Avv. Mario Antonio Ciarambino
responsabile regionale del dipartimento Giustizia di Forza Italia Puglia
Candidato per Forza Italia al collegio plurinominale Senato Puglia – P01

Torna indietro
Stampa
powered by: mediaweb graphic
APRI »