banner esposizione Padre Maestro Lucera padre Maestro
News       Pubblicata il
NEWS


ATTACCO AL CONVITTO ‘BONGHI’: LA RISPOSTA DELLA DIRIGENTE BIANCO


ATTACCO AL CONVITTO ‘BONGHI’: LA RISPOSTA DELLA DIRIGENTE BIANCO

ATTACCO AL CONVITTO ‘BONGHI’: LA RISPOSTA DELLA DIRIGENTE BIANCO

Il Rettore risponde e confuta alcune notizie immotivate e lesive diffuse a riguardo della scuola

In seguito alle accuse pubblicate su una testata giornalistica locale, lesive nei confronti del Convitto Nazionale “R. Bonghi”, la Dirigente scolastica, nonché Rettore, Annamaria Bianco, sente l’urgenza di confutare tali imputazioni.
Innanzitutto partendo dalle fotografie pubblicate, che risalgono all’anno scorso (!) e ritraggono, dunque, una situazione superata da tempo e assolutamente non veritiera. Nell’articolo in questione si lamenta da parte dei ragazzi la carenza di materie alimentari finalizzate alla spesa per i laboratori di cucina: «Mi dispiace leggere simili insinuazioni – afferma la prof.ssa Bianco – perché questo è un Istituto che crea eccellenze: si badi che i nostri alunni, una volta diplomati, lavorano in contesti nazionali e internazionali di prestigio, vincono concorsi e alcuni frequentano, finanche, l’università; segno che l’offerta formativa è tutt’altro che bassa. Se in questi mesi il budget per la spesa è stato ridimensionato è solo perché, a differenza degli anni precedenti, è venuto meno il contributo volontario delle famiglie; tuttavia ci siamo attivati prontamente e abbiamo spostato alcune somme dal bilancio per far fronte a tale esigenza e, difatti, al momento la situazione è stata risolta (l’interruzione, per essere precisi, ha riguardato una sola esercitazione!)».
«Tengo inoltre a precisare – continua la Dirigente – che, a differenza di quanto asserito, gli interventi della Provincia sono stati effettuati con risultati più che positivi (!), infatti la situazione attuale è nella norma. Un’ulteriore precisazione riguarda la scala antincendio che è funzionante e perfettamente collaudata, contrariamente a quanto è stato affermato in maniera infondata».
«Sono molto rammaricata per come l’immagine del Convitto sia stata ingiustamente compromessa agli occhi delle famiglie e dei cittadini, e vorremmo invece sottolineare i punti di forza di questo Istituto e le sue positività che sono tante come è evidente anche nel corredo fotografico allegato».

Torna indietro
Stampa
powered by: mediaweb graphic