banner esposizione Tg Politica




News       Pubblicata il
NEWS


Centrodestra a Lucera: tutti insieme appassionatamente


Centrodestra a Lucera: tutti insieme appassionatamente

Centrodestra a Lucera: tutti insieme appassionatamente

Dopo comunicati, smentite e retromarce ecco che il centrodestra da l'impressione di essersi (ri)unito. Tempo fa un saggio raccontava "tra i due litiganti il terzo gode", infatti, tra i due che si sono fronteggiati in lungo e in largo con comunicati e smentite (Consalvo e Orlando), ecco apparire il terzo incomodo e che incomodo, Giuseppe Bizzarri.
Quindi la griglia di partenza per le primarie del centrodestra del prossimo 31 marzo, è così composta Giuseppe Bizzarri, Michele Consalvo e Ettore Orlando.
Alla conferenza stampa di presentazione vi erano anche i rappresentanti dei partiti e dei movimenti che sostengono i tre candidati UDC, Forza Italia, Lega Salvini, Partito Liberale Italiano, Direzione Italia, Fratelli d'Italia, Partito dei Pensionati, Popolari per Lucera, e Donne Coraggio di entrambe le opposte fazioni quelle pro Consalvo e quelle vicine a Fratelli d'Italia (come da verbale del 5 dicembre 2018 ma questa è un'altra storia), insomma quelli che prima e dopo hanno sottoscritto le candidature. Tutti hanno parlato delle cose non fatte dall'attuale amministrazione a guida Tutolo, escludendo chi preferisce i soliti epiteti, spesso da bar, i passaggi più significativi sono stati quelli di Giuseppe Bizzarri e di Fabio Valerio che sono i consiglieri comunali ancora in carica e che sono stati la vera spina nel fianco all'amministrazione in carica, insieme alla consigliera Simona Dell'Osso e dall'ultima entrata Sefora Tetta.
Di cose ne sono state dette, ma per semplificare "basta prendere il programma della coalizione di Tutolo e si fa prima a evidenziare le cose fatte, praticamente nulla", affermano Fabio Valerio e Giuseppe Bizzarri, "molte situazioni sono provenienti dalla programmazione delle passate amministrazioni, ed oggi il Sindaco inaugura a destra e manca".
Una conferenza stampa servita più a raccontare tutte le criticità di Tutolo, ed era anche scontato e forse anche qualcosa di vero c'era, che a presentare i futuri programmi.
L'unico a fare delle proposte di programmazione per la città è stato Michele Consalvo, forte della sua esperienza nel settore (noto commercialista) che evidenzia le occasioni che mette a disposizione l'Europa; l'altro candidato, invece, si è soffermato a parlare di liberismo, moneta europea, insomma una campagna elettorale quella di Orlando proiettata alle tematiche legate alla creazione di un polo sovranista (Fratelli d'Italia-Lega), ma che oggi si allea a livello nazionale con Direzione Italia di Raffaele Fitto (quel Fitto già DC, già Forza Italia, già presidente della Regione Puglia, già parlamentare e vice ministro nel governo Berlusconi, ed ora europarlamentare). Cavallo di battaglia per l'Orlando la questione infinita della Maia Rigenera, già accantonata dalla Regione Puglia (vedi  https://www.studio9tv.com/9278-raccolti-rifiuti-in-puglia-accordi-per-la-frazione-organica-c-e-anche-maia-rigenera ).
Oltre ai candidati hanno preso la parola i rappresentati che sostengono i tre contendenti, e tutti sono stati concordi, come dal Codice Etico firmato, a sostenere chi sarà, dopo il 31 marzo, l'eletto a guidare la coalizione del centrodestra. Coniato anche uno slogan "Insieme si vince".
Il Comitato organizzatore delle Primarie nei prossimi giorni, dovrebbe presentare non solo il Codice Etico, ma anche le modalità del voto e di accesso alla sede prescelta.
Al termine della conferenza stampa tutti soddisfatti di aver, almeno per oggi, riunito tutto il centrodestra, cosa che mancava dall'epoca di Peppino Labbate e in parte con Pasquale Dotoli.
Già, abbiamo nominato un mostro sacro Labbate, cosa farà, e cosa faranno i vecchi sostenitori di Forza Italia, oggi sparsi anche in altri simboli, e cosa faranno i tanti politici ora a casa, chissà, forse stanno già preparandosi a ritornare in campo anche se non più da giocatori, ma da allenatori e massaggiatori. In questi giorni ci sono state e continuano le voci dei "si dice che", e i "quello è sostenuto da", ora aspettiamo i programmi da presentare alla città, una città che sta soffrendo da molti anni, anche prima dell'attuale amministrazione e che ora è stanca di tutti e delle promesse non mantenute. E allora non ci resta che aspettare il dopo 31 marzo, quando le attuali truppe schierate contro Tutolo, restino coese, altrimenti sarà stata la dimostrazione di aver svolto le primarie per il solo scopo di sovrastare l'avversario, forse amico. Intanto Tutolo e compagni sono avvisati.

Torna indietro
Stampa
powered by: mediaweb graphic