banner esposizione Schiavone pneumatici Lucera




Politica       Pubblicata il
NEWS


Elena Gentile interviene sull'Acquedotto pugliese.




Elena Gentile interviene sull'Acquedotto pugliese.

Elena Gentile interviene sull'Acquedotto pugliese.

Da sempre gelosamente incardinato e conservato nell' alveo del patrimonio e della gestione pubblica.
Perché l'acqua e'BENE COMUNE.
Prezioso, da tutelare.
Poco comprensibile quindi il tentativo del molto discutibile (come tante altre nomine ed incarichi) Di Cagno Abbrescia di privatizzarne di fatto uno degli asset.
Rendere più efficiente la rete,monitorare le perdite.
Migliorare il servizio. Tutto giusto!
Ma lo strumento individuato e' irricevibile. Si sceglie un partner privato per un investimento di 600 milioni di euro.
Il gioco.. deve valere la candela.
L'impresa fa utili,non beneficienza.
E dunque a farne le spese saranno gli utenti pugliesi.
E al danno per le famiglie si aggiunge la beffa nei confronti del Sistema d'impresa regionale.
Ci sono altre ipotesi ? Certo!
Perché non cogliere l'opportunità di sensibilizzare la Commissione europea per un progetto ancora più ambizioso che riguardi l'intera rete?Perché,in subordine, non confrontarsi con la Banca europea per gli investimenti?
Mi chiedo come mai Di Cagno Abbrescia non ci abbia pensato. Non e' perché la scelta degli uomini e delle donne a cui affidare "responsabilità" di Governo non può essere legata all'eventuale conquista di pezzi altri di consenso?
Apriamoci ad un confronto vero,democratico ma non strumentale e non solo nelle Istituzioni a porte più o meno aperte.

Torna indietro
Stampa
powered by: mediaweb graphic
APRI »